O cu nui o cu iddi. La storia di Maria Concetta Cacciola a scuola

o-cu-nui-o-cu-iddi-mafia-ndrangheta-malitalia-2

Lo spettacolo teatrale O cu nui o cu iddi promosso da Malitalia è stato presentato il 5 febbraio al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino, nel contesto dell’evento “Scuole a teatro”.

O cu nui o cu iddi racconta la storia di Maria Concetta Cacciola, figlia del boss di Rosarno, Michele, e moglie di Salvatore Figliuzzi, che l’aveva sposata per dare la scalata alla criminalità organizzata della Piana di Gioia Tauro.

Ma Maria Concetta Cacciola sognava la libertà, la bellezza, una vita normale. Per quel sogno di libertà decise di collaborare con la giustizia.

Maria Concetta, madre di 3 figli, muore a 31 anni ingerendo dell’acido muriatico, il 20 agosto del 2011.
Un falso suicidio messo in scena dalla madre, il padre e il fratello per farla tacere, per sempre.

Lo spettacolo si avvale di audio e video inediti del processo Cacciola, tenutosi presso la Procura di Palmi nel 2013, con le voci e i volti di alcuni dei protagonisti della vicenda, il tutto grazie alla collaborazione della trasmissione RAI “Un giorno in pretura“.

Al Talk Show mattutino sono intervenuti Rosario Cantelmo – Procuratore della Repubblica di Avellino, Ernesto Savona – Criminologo dell’Università Cattolica di Milano e Presidente di Transcrime e l’onorevole Laura Garavini

o-cu-nui-o-cu-iddi-mafia-ndrangheta-malitalia-5

O cu nui o cu iddi
Scritto da Malitalia
Cura e regia di Enrico Fierro e Laura Aprati
con la collaborazione di Angela Corica e Francesco Perrella
Recitazione: Sylvia De Fanti
Recitazione musicale: Paolo Damiani (violoncello, live electronics)
Assistente di produzione: Angela Corica
Audio e video: Giuseppe Caporale, Enrico Valente

Approfondimenti su Maria Concetta Cacciola.

L’evento è stato seguito anche su Twitter.

o-cu-nui-o-cu-iddi-mafia-ndrangheta-malitalia-7