Se la nuova camorra taglieggia la vecchia

(di Alessandro Chetta)

La camorra taglieggia la camorra. Un ex esponente di spicco del clan Sarno, fino a un anno fa egemone nella periferia orientale di Napoli, era costretto a pagare il pizzo e a cedere un’impresa di pulizia e un’agenzia di spettacolo agli appartenenti al nuovo gruppo emergente. Stesso copione riservato a centinaia di esercenti del territorio. Con l’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso i carabinieri della compagnia di Torre del Greco coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia hanno arrestato otto persone ritenute affiliate al clan Casella-Circone, attivo a Ponticelli e Cercola, pronto a sostituire gli «spazi» lasciati senza controllo dal più noto clan Sarno, fino al 2009 tra i consessi criminali più estesi e pervasivi di Napoli, poi a poco a poco smantellato e decimato dagli arresti.