Il killer con la maschera di Halloween

(di Alessandro Chetta)
Passerà agli annali come l’agguato di Halloween. Napoli, passate le due, un uomo indossa la maschera di Scream, un lungo mantello nero e un cappello. Si avvicina a tre persone ferme davanti a un Napoli club e fa fuoco, lasciando sul selciato un morto e due feriti gravi. Il fatto è avvenuto nella “notte delle Streghe” a Napoli in via Luigi Serio, nei pressi dell’ospedale Loreto Mare.
La vittima è Salvatore Rispoli, 46 anni. I due feriti sono Antonio De Vita, 52 anni e Luigi Papi, 46 anni, ricoverati in prognosi riservata. Una quarta persona sarebbe riuscita a fuggire. Un fatto di sangue ancora avvolto dal mistero, anche se di probabile matrice camorristica, e reso ancor più grottesco dalla maschera della festa di Ognissanti. Il travestimento fa ipotizzare che potrebbe trattarsi di una persona conosciuta nella zona. Sul posto, oltre agli uomini della squadra mobile della questura di Napoli, sono presenti anche i poliziotti della scientifica che hanno rinvenuto sull’asfalto ben 7 bossoli.
In zona sono installate diverse telecamere che potrebbero aver ripreso la scena dell’omicidio. Il filmato rappresenta l’unica prova testimoniale dal momento che, vista l’ora tarda, nessuno era in giro nel quartiere, situata alla prima periferia della città. Il locale davanti al quale è stato compiuto l’agguato – il “Club Napoli Case Nuove Paolo Cannavaro” – è stato sottoposto a sequestro.