Processo a Gatta Mammona

(di Alessandro Chetta)

Processo per la strage di piazza della Loggia: tutti assolti. Nessun colpevole, dottò il bambino ha scherzato. L’eccidio di Brescia è del ‘74. Saltiamo, et voilà, alle cronache dei giorni nostri. Anno 2008, Campania Über alles quanto a news che fanno il giro del mondo: inizia il processo ad Antonio Bassolino e alla Impregilo per il disastro rifiuti. Le accuse: truffa aggravata ai danni dello Stato, frode in pubbliche forniture, falso e abuso in atti d’ufficio. Ad oggi, siamo arenati al primo grado. La prescrizione incombe come i gabbiani a Terzigno. Forse non si arriverà ad una sentenza di merito.
Altro capitolo. Sempre monnezza. Inchiesta “Rompiballe”: per Bertolaso e l’ex prefetto Pansa, per cui fu chiesto il rinvio a giudizio, è giunta l’archiviazione, il 20 ottobre. Ancora, fresca, fresca, sette giorni fa: il sindaco Iervolino indagata per “epidemia colposa”. Toccherà al gip decidere per il rinvio a giudizio. Nel frattempo entreremo nel 2011, l’emergenza rifiuti campana, gioia degli occhi di filmaker e documentaristi vari, avrà già 18 anni d’età. Come passa il tempo.

L’effetto Brescia è palpabile. Per la Catastrofe, alla Storia non consegneremo un nome, un solo colpevole; o se vogliamo apparire meno giustizialisti e sanguinari, a chi verrà dopo di noi non regaleremo neanche una Verità, solo opinioni, dòxas. C’era una volta la crisi della monnezza. Chi fu? Gattona mammona non fu, cantavano i 99 Posse. E allora chi fu?

(pubblicato su corrieremezzogiorno.it del 16 novembre 2010)